America del Sud | Cittadine coloniali e Cultura Precolombiana

Accanto alle grandi città troviamo città minori che si distinguono per la loro incantevole atmosfera e per il loro cuore antico con piazze, strade edifici e chiese di grande valore architettonico costruite durante la dominazione spagnola che si sovrappone a volte ad una parte di edifici ancora più antichi che hanno una chiara impronta dell’Impero Inca.

Sono passati quasi 5 secoli da quando l’Impero Inca è stato sottomesso dai conquistadores spagnoli che si sono impossessati delle loro città radendo al suolo templi e palazzi e costruendo sopra i resti di questi edifici eleganti palazzi, chiese, fortezze al fine di imporre la cultura spagnola su quella precedente precolombiana. Apparentemente l’opera è riuscita, in realtà la cultura precolombiana non è mai stata sradicata e questo aspetto è ancora evidente nelle zone rurali del Perù e dell’Ecuador dove le antiche tradizioni sono ancora presenti, regolando la vita quotidiana degli indios che vivono nelle valli andine e costituiscono un motivo di forte attrazione per il viaggiatore che attraversa queste aree di grande bellezza paesaggistica e permeate di magia.

Dell’impero Inca e in generale dall’era precolombiana sono stati ritrovati nel tempo preziose tracce che colpiscono per la loro bellezza e per il valore artistico, in Perù si trovano diversi siti storici davvero affascinanti, il più noto e singolare per la sua posizione arroccata è Machu Picchu ma altrettanto interessanti per il suo valore storico sono la necropoli di Huaca Rajada e le piramidi di Tucume che si trovano nel nord del Paese e sono poco conosciute dal turismo.