Rajasthan - forte

India - Itinerari e territorio

Immaginate una grande varietà di paesaggi che vanno dalle grandi catene montuose a cui appartiene quella dell'Himalaya alle fertili pianure della Valle del Gange e alle foreste che proteggono specie di piante e animali ormai rari e preziosi. L’India è un Paese cosmopolita in cui convivono una moltitudine di etnie e religioni che hanno dato vita nel tempo a tradizioni artistiche, culturali e a stili di vita molto differenti tra loro. Wadi Destination ha tracciato alcuni itinerari che vi consentiranno di entrare nel magico mondo rappresentato dalla spiritualità dell’India, dall’affascinante storia raccontata dai meravigliosi templi della valle del Gange e del Tamil Nadu, dai suntuosi palazzi dei Maharaja e dagli inespugnabili forti del Rajasthan. Gli amanti della natura troveranno in Kerala lussureggianti foreste, immense coltivazioni di te e spezie, una fitta rete di canali, lagune e laghi navigabili. Alcuni Parchi Nazionali dove sono in corso progetti di tutela dell’ambiente consentono di fare piacevoli safari fotografici. Per il vostro relax proponiamo programmi benessere in alcuni centri ayurvedici che si trovano sulle spiagge del Kerala, estensioni mare nella vivace località di Goa ed esclusivi soggiorni nel paradiso naturale delle isole Laccadive.

L’India occupa gran parte del subcontinente asiatico meridionale, la sua superficie è pari a 2.973.190 kmq (circa 10 volte l’Italia). A nord il confine è delimitato da un sistema di catene montuose tra cui spicca quella dell’Himalaya che si è formata circa 40 milioni di anni fa dopo la collisione tra la zolla indo-australiana e la zolla eurasiatica; a nord ovest parte del confine tra India e Pakistan attraversa il grande deserto del Thar; a nord est il Gange forma il suo grande delta e sfocia nel golfo del Bengala nel territorio del Bangladesh; per il resto l’India è circondata dal mare. Il territorio è molto vario così come il clima, influenzato dai monsoni che portano piogge da Giugno ad Ottobre. Nelle regioni a ridosso delle catene montuose del nord si trovano ancora tratti di foresta sopravvissuti alla grande opera di disboscamento da parte del uomo. Ai piedi di queste regioni si trova la fertile pianura del bassopiano indo-gangetico dove vi sono ancora zone paludose, habitat naturale di molte specie di animali; ad est si trova la valle dell’Assam, che gode di un clima adatto alle piantagioni di tè e dove si trova un importante santuario faunistico. Più a sud l’altopiano del Deccan si estende da nord a sud coprendo una superficie di circa 320.000 Kmq. Di origine vulcanica, è formato da una serie di strati composti da effusioni laviche che si sono solidificate su un piano leggermente inclinato verso est. L’altopiano del Deccan si spinge nelle regioni più meridionali dell’India ed è delimitato ad ovest dalla catena montuosa del Ghati Occidentale che costituisce una barriera a ridosso della costa bagnata dal Mare Arabico. La costa del Malabar, che corrisponde all’incirca alla regione del Kerala, grazie alla sua posizione e al suo clima è ricchissima di bacini di acqua dolce, foreste, piantagioni di spezie e di palme da cocco.