Informazioni utili per viaggiare in Myanmar

Ordinamento dello stato

Rebubblica. Le elezioni del 2015 hanno visto la vittoria della Lega Nazionale per la Democrazia del leader e Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, che ha ricevuto la maggioranza assoluta dei seggi

Capitale

Nay Pyi Taw

Ambasciata d'Italia in Myanmar - Birmania

No. 3, Inya Myaing Road, Golden Valley, Yangon (Myanmar). Tel.: (00951) 52.71.00 – 52.71.01 - Fax: (00951) 51.45.65

Lingua ufficiale

Birmano

Religione

Buddhisti (89%) – Cristiani (4%) - Musulmani (4%) - Induisti e Animisti (3%)

Moneta

Kyat. Si consiglia di portare Dollari USA (hanno cambio più favorevole) piuttosto che Euro. Le banconote da 100 hanno cambio migliore. Le banconote devono essere “nuove” e quelle vecchie o rovinate, scritte, tagliate o anche sporche in Birmania non sono accettate. Meglio limitare il cambio allo stretto necessario dato che poi non è favorevole riconvertire i Kyat in valuta originaria.

Prefisso dall'Italia

Per chiamare in Myanmar - Birmania occorre comporre +95

Documenti

È necessario il passaporto valido minimo 6 mesi dalla data di rientro in Italia; il visto deve essere ottenuto prima dell'arrivo in Myanmar e costa 50 USD tramite il sito del governo birmano http://evisa.moip.gov.mm/. Per maggiori informazioni sui tempi, costi e procedure di rilascio dei visti si può contattare l'Ambasciata del Myanmar in Italia: (Tel. 06 3630 3753, 06 3630 4056; meroma@tiscali.it; Via della Camilluccia 551, 00135 Roma).

Fuso orario

+ 5 ore e mezza rispetto all’Italia / + 4 ore e mezza quando vige l'ora legale

Voltaggio

220/240 Volt

Vaccinazioni

Non vi sono vaccinazioni obbligatorie; consigliate epatite A - antitetanica. È buona norma bere solo acqua e bevande in bottiglie sigillate, evitare di mangiare verdure o altri alimenti crudi, usare ghiaccio. È consigliabile portare con sé una scorta di medicinali per l’intestino, lo stomaco, le vie respiratorie e per curare piccole ferite.

Clima

Tropicale. Temperature e piogge variano molto a secondo delle regioni, data la vastità del territorio e la conformazione geografica (pianure e zona montuosa). In genere si può dire che si suddivide principalmente in due stagioni influenzate dai monsoni. La stagione secca va da novembre a maggio; i mesi marzo e aprile sono in assoluto i più caldi dell’anno con temperature che superano in pianura i 40°C. Nei mesi di dicembre e gennaio la temperatura in alcune regione del nord e in montagna è specialmente durante le ore notturne è piuttosto fresca (8° - 16° C). La stagione delle piogge inizia a giugno e si protrae fino ad ottobre. Piogge frequenti e brevi portate dal monsone di sud ovest, rinfrescano le temperature. Sulla costa si abbattono piogge a volte violente, sconsigliando in questo periodo i soggiorni al mare.

Abbigliamento

Può variare a seconda dell’itinerario e della stagione, in generale serve un abbigliamento pratico leggero con capi più pesanti (pile e giacca impermeabile) da indossare rispettivamente nei mesi invernali ed estivi. Nei templi e nei luoghi di culto è necessario entrare a piedi scalzi ed avere un abbigliamento rispettoso che copra le gambe, le spalle e il torso. Occorre prestare attenzione alle variazioni di temperatura dovute all’aria condizionata di hotel, ristoranti e mezzi di trasporto; spesso sono responsabili di bronchiti e influenze. Crema solare, cappello e occhiali da sole possono essere utili. Durante l’inverno (mesi di dicembre /febbraio) nello Stato Shan (Inle, Pindaya…) fa piuttosto freddo nelle ore serali / notturne e di primo mattino (le temperature possono essere di pochi gradi sopra lo zero) e nella maggior parte degli hotel più economici non esiste riscaldamento, meglio organizzarsi anche con un pigiama caldo per la notte. È utile una giacca a vento d’inverno/giacca impermeabile d’estate per la visita del lago in barca. Appena il sole splende, la temperatura torna piacevolmente “primaverile-estiva”.

Carte di Credito

Sempre più hotel, ristoranti e negozi accettano le carte di credito, applicando tasse del 3-4%. A NGAPALI è accettata negli hotel non nei ristoranti locali sulla spiaggia. È possibile prelevare dei Kyat dagli ATM a Yangon.

Dogana / acquisti

È proibita l’esportazione ufficiale d’antichità. Molta attenzione nell’acquisto di gioielli e pietre preziose nei vari mercati (Scott market a Yangon, venditori ambulanti a Bagan, ecc). Visto che girano molte pietre false, ottime imitazioni: molti dei rubini “birmani” che si vedono in giro sono probabilmente dall’ Africa. Ricordiamo che non possiamo essere ritenuti responsabili degli acquisti fatti, che sono una scelta personale. All’interno dello Scott market esiste un ufficio di gemmologia che fa la valutazione a pagamento delle pietre preziose.

Uffici di cambio

Gli uffici di cambio sono ora aperti, nelle principali località turistiche: Yangon, Bagan, Mandalay e Inle e praticano il cambio ufficialmente indicato dalla Banca Centrale birmana.

Trasporti

Le strade in Myanmar versano spesso in cattive condizioni; durante la stagione delle piogge alcune strade diventano quasi impraticabili, l’asfalto fatto con materiali non di qualità si sgretola creando buche a volte grandi e profonde che vengono riparate mesi dopo con mezzi di fortuna adoperando pietre e sassi per riempirle e stendendovi sopra un manto di catrame. La ferrovia non versa in condizioni migliori, si viaggia scomodi e ad andatura molto lenta. Fortunatamente le Compagnie Aeree private coprono molte rotte domestiche e consentono di spostarsi velocemente per chi non ha disposizione tanto tempo.

Il Myanmar ha un grande potenziale nella rete fluviale che però anche in questo caso non viene sfruttato perché le poche imbarcazioni vecchie e inadeguate sono adatte solo per percorrere brevi tratte. Da Mandalay c’è un servizio di battelli che congiunge Bagan (6 – 9 ore di navigazione), l'itinerario però è poco interessante dal punto di vista panoramico.

Telefonia

In Birmania è ora permesso portare il proprio cellulare, ma ad oggi non c’è ufficialmente un vero e proprio servizio roaming. Consigliamo portare apparecchi Smartphone perché’ su questi in particolare si basa il servizio comunicazioni. Ad oggi, si possono acquistare simcard locali MPT (ufficiali del governo) al costo di 1,50 $ per la SIM + la carica di minimo 5 $ e un ulteriore tassa di 10 $ per chi richiede l’accesso ad internet 3G. Costo telefonate in Italia utilizzando la SIM locale: $ 1.00 al minuto circa. La maggior parte dei turisti utilizza senza bisogno di schede locali, il Wi-Fi dell’hotel, quindi: Skype, Whatsapp e Viber funzionano ovunque sia presente il WiFi. Invece le telefonate internazionali dal telefono fisso in hotel costano circa $ 15 netti al minuto (3 minuti minimum charge) calcolati appena si prende la linea. Nella zona di Inle e Ngapali la connessione è lenta e difficile.