Guinea Bissau viaggio isole Bijagos tra tradizione e natura

Guinea Bissau. Viaggio di 9 giorni con tour di gruppo e guida parlante italiano

Un itinerario etnografico e naturalistico per scoprire alcune isole remote dell’arcipelago di Bijagos. Un percorso tra foreste, spiagge selvagge e lagune dove si potranno incontrare le grandi tartarughe verdi di mare che specie nei mesi tra Ottobre e Febbraio vengono sulle spiagge a nidificare, i rari ippopotami d’acqua salata e caratteristici villaggi ricchi di tradizioni ancestrali. L’arcipelago delle Bijagos che dista circa 40 km dalla costa è il più grande arcipelago del continente Africa e conta ben 88 isole di cui 21 inabitate, un vero paradiso naturale.  

Partenze 2019

19/04 – 01/11 – 27/12  2019

Prezzo

A partire da € 2.600 (tutti i voli di linea esclusi)

Programma di viaggio

1° giorno: Volo dall’Italia a Bissau.      

Partenza dall’Italia con volo di linea per Bissau. Arrivo previsto in tarda serata. Accoglienza in aeroporto, trasferimento hotel Azalai o similare, pernottamento. Bissau è una città piuttosto piccola che ha conservato nel suo cuore il vecchio quartiere portoghese ampie strade ombreggiate da alberi di mango e edifici coloniali color pastello.

2° giorno: L’etnia Manjaco (B,L,D)

Prima colazione in hotel e partenza per una escursione di un giorno per visitare alcuni caratteristici villaggi di etnia Manjaco molto legata a culti della religione animista. Nei villaggi si avrà la possibilità di vedere rare sculture e riti legati alle loro ancestrali tradizioni. Pranzo pic nic, cena e pernottamento in hotel a Quinhamel (Mar Azul) o a Cachungo (Casa Cachungo Eco hotel).

3° giorno: L’etnia Felupe e la cerimonia con le maschere Kumpo (B,L,D).

Prima colazione in hotel, trasferimento al molo e proseguimento in barca a motore navigando sul fiume Cacheu e lungo le sue diramazioni che formano un labirinto di canali. Lungo il percorso si potranno vedere pellicani bianchi, aironi, egrette, cicogne e fenicotteri rosa; la meta dell’escursione sono alcuni villaggi remoti di etnia Felupe e Baiote dediti alla coltivazione del riso su terreni da loro stessi bonificati con un antico ed efficiente sistema. Proseguimento a piedi fino ad arrivare ad un luogo che una potente casta di sacerdotesse Felupe utilizza per cerimonie ancestrali che sono annunciati dal suono di grandi tamburi sacri chiamati Bombolon. Nel pomeriggio si assisterà a danze rituali delle maschere Kumpo che i locali credono siano animate da spiriti. Pranzo pic nic, cena e pernottamento in semplice hotel con camere e bagno privato a Varela (Casa Helene)

4° giorno : I Villaggi Pepel (B,L,D)

Prima colazione in hotel, la giornata incomincerà con l’incontro di un guaritore tradizionale specializzato nel trattamento delle lesioni osse che spiegherà le sue tecniche. Proseguimento  con la visita ad una fabbrica artigianale di liquore “Cana” simile al rhum, il processo è lo stesso di quello usato in epoca coloniale. Passeggiata in una piantagione di anacardi e nel pomeriggio è previsto un programma di visite di alcuni remoti villaggi di etnia Pepel molto legati anche loro ai culti della religione animista. Cena e pernottamento  in hotel a Quinhamel (Mar Azul).

5° giorno : Trasferimento all’arcipelago delle Bijagos (B,L,D).

Prima colazione in hotel e partenza per un itinerario di 5 giorni per esplorare alcune isole dell’arcipelago delle Bijagos a bordo di una potente barca a motore. L’arcipelago è costituito da 88 isole di cui solo 21 sono abitate in modo permanente, le isole offrono una occasione unica per entrare in contatto con una natura rigogliosa e una cultura tribale estremamente interessante grazie al suo prolungato isolamento. Le donne indossano ancora il tradizionale gonnellino di paglia “saiva”, cerimonie, riti ancestrali e le maschere rappresentano momenti molto importanti nella vita dei villaggi. Arrivo all’isola di Orango (Parco Naturale) che si distingue per la bellezza della sua natura fatta di foreste, spiagge di sabbia bianca habitat di molte specie di uccelli e rocce brune a picco sul mare, sistemazione in boungalow con bagno privato al Parque Hotel che si affaccia sul mare, cena e pernottamento. Nota Operativa : La partenza del 19/04 prevede una piccola variante a questa tappa che permetterà di vedere la cerimonia della Maschera “Vaca Bruto”

6° giorno : Escursione alle Isole (B,L,D)

Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla scoperta di minuscole isole e remoti villaggi dove l’arrivo di viaggiatori è un evento raro. Nota Operativa : le partenze del 1 Novembre e del 27 Dicembre prevedono una piccola variante per andare e vedere gli ippopotami d’acqua salata e la nidificazione delle tartarughe di mare.

7° giorno : Il Villaggio di Okinka Pampa e trasferimento all’isola di Rubane (B,L,D)

Prima colazione in hotel, partenza per una escursione a piedi che in circa 40 minuti vi porterà alla visita del villaggio sacro di Okinka Pampa dove si trovano le tombe delle regine di questa etnia che si distingue per il modello sociale che è matriarcale. Dopo il pranzo trasferimento in barca a motore all’isola di Rubane, cena e pernottamento al Fishing Club in boungalow con aria condizionata. Nota Operativa : le partenze del 1 Novembre e del 27 Dicembre prevedono una piccola variante per andare e vedere gli ippopotami d’acqua salata e la nidificazione delle tartarughe di mare.

8° giorno : L’isola di Bubaque (B,L,D)

Prima colazione in hotel, partenza per una escursione in barca a motore all’isola di Bubaque passando per Soga Bay. Bubaque è l’unica isola che è collegata al Continente con un traghetto che ha una frequenza settimanale e che trasporta merci e persone. Visita di un vivace e colorato mercato, della cittadina e del piccolo Museo Etnografico dedicato alla cultura e tradizioni delle Bijagos; ritorno all’isola di Rubane e tempo libero per il relax e per passeggiate in autonomia. Cena e pernottamento al Fishing Club in boungalow con aria condizionata.

9° giorno : l’isola di Bolama e la città fantasma.

Prima colazione in hotel e partenza in barca veloce per raggiungere l’isola di Bolama, capitale della Guinea tra il 1871 e il 1941 durante la dominazione portoghese. Durante questo periodo furono costruiti bei palazzi, piazze, viali alberati con tanto di illuminazione pubblica e adornati da fontane. Quando i Portoghesi lasciarono la Guinea Bissau, abbandonarono la città, la Capitale venne trasferita a Bissau e ogni attività cesso improvvisamente sull’isola di Bolama. Oggi una parte dei palazzi è abitata dagli abitanti locali, un’altra parte è completamente abbandonata come per esempio il palazzo del governatore, la natura nel corso degli anni sta prendendo possesso di questi palazzi creando una atmosfera surreale tipica di una città fantasma.  Trasferimento in barca a motore a Bissau, camere day use in hotel disponibili per una doccia prima del trasferimento in aeroporto e il volo per l’Italia.

10° giorno : arrivo in Italia

 

Quote individuali di partecipazione in camera doppia/twin

  • prezzo per persona per un gruppo di 6/16 partecipanti: 2.600 €

  • prezzo per persona per un gruppo di 2/5   partecipanti: 3.000 € 

    Supplemento camera singola: 387 € 

    Comprende: tour di gruppo (2/16 persone) di 8 giorni e 8 notti in minibus, barca veloce a motore con guida locale parlante italiano; 8 pernottamenti in hotel con trattamento di pensione completa (pranzi: pic nic e in ristoranti a menù turistico, cena: nei ristoranti degli hotel, menù turistici); escursioni e visite come da programma di viaggio; camera day use il 9° giorno.

     Sono esclusi: voli internazionali di linea TAP o Royal air Maroc (tariffe a partire da 720 € tasse aeroportuali incluse); le cene del 1° e del 9° giorno; tutte le bevande; le spese di visto di ingresso in Guinea Bissau da ottenere prima della partenza o all’aeroporto di Bissau; la quota di iscrizione al viaggio e l’assicurazione medico/bagaglio (60 €); l’assicurazione opzionale annullamento del viaggio polizza Standard o All Risk (3% o 5% dell’importo assicurato); le spese personali, le mance.  

    Note

  • vaccinazioni: obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla; consigliata vivamente la profilassi antimalarica

  • visti: da ottenere prima della partenza o all’aeroporto di  Bissau. 

  • bagaglio: massimo 20 kg in sacche morbide, non rigide

  • Maree : le escursioni e i trasferimenti in mare sono condizionati dalle basse maree

    #popoli #GuineaBissau


Vuoi partire? Hai bisogno di informazioni?