Costa d'Avorio, le cerimonie dei popoli Senoufo, Fulani, Malinke

Costa d’Avorio. Viaggio di 11 giorni con tour di gruppo e guida parlante italiano

Alla scoperta di un Paese estremamente vario sia dal punto di vista geografico con habitat che vanno dal Sahel alle lussureggianti foreste, alle spiagge che si affacciano sull’Oceano Atlantico ma anche dal punto di vista culturale. Nei villaggi più remoti dei popoli Senoufo, Fulani, Malinke, Dan le antiche tradizioni sono ancora molto forti e si manifestano attribuendo poteri magici, celebrando riti iniziatici o sono rappresentati da maschere animate da spiriti che si possono vedere durante la celebrazione di autentiche cerimonie tribali e che sono le protagoniste indiscusse della spiritualità di queste etnie animiste.  L’itinerario parte dalla moderna e vibrante capitale, Abidjan per addentrarsi poi nel cuore dell’Africa con un circuito ad anello che vi porterà a visitare le molteplici facce di questo meraviglioso Paese capace di sorprendere i viaggiatori più curiosi

Calendario partenze 2019

13/04 - 09/11 - 28/12

Prezzo

A partire da € 2.370 (voli da e per l?italia esclusi)

Programma di viaggio

1° giorno: Volo dall’Italia ad Abidjan.      

Partenza dall’Italia con volo di linea per Abidjan. Arrivo previsto in tarda serata. Accoglienza in aeroporto, trasferimento hotel Azalai o similare, pernottamento.

2° giorno: Visita di Abidjan, volo per Bouake (B,L,D)

Prima colazione in hotel, visita della Capitale che vanta nella sua parte moderna grattacieli che si affacciano sulla laguna, escursione in battello sulla laguna che permetterà di avere una bella visione della città, proseguimento nei diversi quartieri in attesa dell’imbarco sul volo per Bouake in orario da confermare. Accoglienza in aeroporto, trasferimento all’hotel Mon Afrik o similare, sistemazione in camera con bagno privato, pernottamento.

3° giorno: La danza delle maschere Goli e la Moschea in stile Sudanese di Kong (B,L,D)

Prima colazione in hotel, trasferimento in un villaggio di etnia Baulè provenienti dal Ghana che hanno mantenuto in comune con i cugini Ashanti una profonda gerarchia sociale allargando le proprie tradizioni culturali prendendo spunto dalle popolazioni autoctone vicine. La loro ricca produzione artigianale riassume queste differenze: finissime statue che rappresentano il mondo degli spiriti, pulegge scolpite sui telai dei tessitori e l’uso di maschere. Assisterete ad una danza delle maschere Goli. Nel pomeriggio trasferimento percorrendo una pista che si addentra nel Sahel fino ad arrivare a Kong importante centro per il commercio carovaniero del sale e di altri prodotti provenienti dal Sahara che venivano scambiati con merci provenienti dalla foreste del sud come l’oro, le noci di cola e anche gli schiavi, visita alla Mosche di Kong che è il miglior esempio di architettura Sudanese in Costa d’Avorio. Pernottamento all’hotel Auberge de Kong o similare e sistemazione in camera con bagno privato.

4° giorno: L’Età del Ferro (B,L,D)

Prima colazione in hotel, partenza per Ferkessedougou che si sviluppò a partire dal 1895 quando venne completata la prima parte della ferrovia Abidjan-Niger e Ferkessedougou ne divenne il terminal meridionale. Oggi la città è conosciuta per il commercio degli zebu e il suo mercato merita certamente una sosta.  Proseguimento in un remoto villaggio per assistere all’inizio della fusione del ferro.  Si tratta dell’unico esempio di metallurgia tradizionale ancora in uso in Africa e che ci riporterà ai tempi dell’Età del ferro; Il minerale di ferro proviene da miniere con pozzi profondi e viene macinato manualmente. Il forno tradizionale realizzato con mattoni di fango, prima di essere acceso viene caricato con strati di carbonella alternate a minerale di ferro.  A questo punto possiamo allontanarci fino al mattino successivo,  quando il materiale avrà raggiunto il punto di fusione. Le tecniche di fusione del ferro sono tenute segrete e vengono rivelate solo ai membri iniziati. Solo i nati all’interno di una famiglia di fabbri potrà conoscere i segreti di questa antica lavorazione e dopo lungo apprendistato diventare a sua volta fabbro. I fabbri sono temuti come persone che possiedono oscuri poteri magici, in contatto con gli spiriti maligni capaci di trasformare le pietre in ferro , di renderlo liquido e nuovamente solido in una forma diversa. Padroni del fuoco, capaci di dialogare con gli spiriti della terra, i fabbri usano i loro potenti martelli come misteriose percussioni. Sono una casta potente e temuta. Per questo motivo spesso sono obbligati a vivere fuori dal villaggio. La fabbricazione di armi e utensili in ferro permise il successo nelle guerre, una maggiore efficienza nella caccia e lo sviluppo dell’agricoltura per lo sviluppo di grandi centri urbani. Pernottamento all’Hotel Olympe o similare e sistemazione in camera con bagno privato.

5° giorno: La Danza della Pantera (B,L,D)

Prima colazione in hotel e ritorno al villaggio per assistere al risultato della fusione. La base sigillata del forno verrà rotta per estrarre il ferro contenuto nella roccia. Il fabbro macinerà parte del ferro e successivamente con l’aiuto di un mantice scalderà la polvere di metallo finché si fonderà all’interno di uno stampo. In seguito il metallo verrà nuovamente scaldato e martellato in una forgia per ottenere la forma richiesta .  Alla fine di questo processo avremo assistito alla creazione di un oggetto in ferro, dall’estrazione del metallo fino alla fusione e lavorazione finale. La metallurgia tradizionale è un raro esempio di tecnologia tribale e si riteneva fosse scomparsa da oltre ottant’anni , fino alla scoperta di questo villaggio.  Korhogo e’ un passaggio obbligatorio per il viaggiatore che attraversa le regioni settentrionali del paese. La sua storia risale al XIII sec. ed e’ la capitale dell’etnia Senoufo, conosciuta perchè I suoi abili artisti (sculturi, tessitori, pittori e fabbri)  hanno prodotto nel tempo autentici  capolavori dell’arte Africana. Visita dei  loro villaggi che mantengono ancora oggi i segreti della propria produzione artigianale e dove potrete  ammirare i massicci granai in argilla e le case sacre con i bassorilievi colorati. I Senoufo sono celebri anche per i loro complessi riti iniziatici. L’iniziazione dei ragazzi e’ chiamata Poro e si distribuisce su 21 anni. Consiste nell’apprendimento dei segreti sociali e religiosi che contraddistinguono un vero Senoufo, il superamento di alcune prove e l’esibizione in danze mascherate. Tra queste ultime la più spettacolare e’ quella del Boloy, o danza della pantera, https://www.youtube.com/watch?v=2OAD5LJj2Jo celebrata dai ragazzi di ritorno da un periodo d’ isolamento nella foresta sacra, a cui potremo assistere  la sera presso un villaggio. La stagione secca e’ anche il momento dei grandi funerali che rappresentano momenti di ritrovo famigliare e di celebrazione della morte e della vita. Se in programma parteciperemo ad una di queste celebrazioni cariche d’atmosfera. Pernottamento all’Hotel Olympe o similare e sistemazione in camera con bagno privato.

6° giorno : La Danza delle giovani Vergini (B,L,D)

Prima colazione in hotel, escursione al il villaggio di Niofoin per vedere i granai d’argilla decorati con simboli in bassorilievo, ammireremo anche la casa sacra dall’alto tetto a cono che presenta dipinti ed oggetti sacri dedicati ai culti animistici, ancora oggi praticati dai Senufo.  In seguito incontrerete gli inconfondibili nomadi Fulani, cappelli appuntiti, bastone a tracolla, sguardi fieri, una semplice borraccia intorno al collo, un machete tra le mani e sandali ai piedi. Questi nomadi non sembrano aver bisogno di nient’altro nel loro peregrinare alla ricerca d’acqua e pascoli per le loro mandrie. Sembrano venire dal nulla e dirigersi in altrettanti luoghi misteriosi. Sono i veri signori di queste lande sconfinate. Visita di alcuni villaggi Fulani dove principalmente incontrerete donne vestite con bellissimi tessuti colorati e con originali bijoux fatti di ambre del baltico, perle di boemia, antiche murrine veneziane, pietre, bottoni e paccottiglie di plastica intrecciati nei capelli. Monili tutti diversi tra loro, ognuno con una storia e una provenienza diversa e lontana, proprio come le donne che le indossano, abituate a vivere di una transumanza quasi continua. Saremo i benvenuti a curiosare all’interno delle loro capanne tra i sorrisi maliziosi , vecchie foto di famiglia, regali di dote e meravigliose calebasse decorate. Nel tardo pomeriggio assisteremo alla danza delle “giovani vergini” , chiamata Ngoro. Pernottamento all’hotel Le Paysan o similare con sistemazione in camera con bagno privato.

7° giorno: I Guerrieri Malinkè (B,L,D)

Prima colazione in hotel, escursione nei villaggi Malinkè discendenti dell’antico impero del Mali e noti nella storia per la loro fama di grandi guerrieri; I Dozo abili cacciatori si fecero notare per il particolare coraggio dimostrato in battaglia e per il potere mistico ancora oggi tramandato nel corso di una lunga iniziazione, ancora oggi sono temuti e rispettati e chiamati per risolvere litigi e per sorvegliare i villaggi vestiti di abiti-feticcio in tessuto tradizionale bogolan e con il fucile coperto di amuleti. In loro compagnia  visita di un Villaggio Malinkè dove al ritmo sempre più incalzante dei tam-tam, si esibiranno in danze e dimostrazioni di resistenza al fuoco e ai coltelli.  Pernottamento all’hotel Les Frontiers o similare con sistemazione in camera con bagno privato.

8° giorno: Le Maschere Acrobatiche (B,L,D)

Prima colazione in hotel, escursione in alcuni villaggi costruiti sul pendio di colline tra piantagioni di caffè per incontrare l’etnia Dan che vivono in grandi capanne rotonde con tetti in paglia, alcune di esse hanno affreschi realizzati dalle donne prima delle cerimonie. Attorno ad una pozza d’acqua sacra dove si trovano dei pesci gatto venerati al suono del tam tam le grida degli iniziati avvertono le maschere che è’ il momento di uscire dalla foresta sacra... la loro comparsa sarà un momento di emozioni indimenticabili. https://www.youtube.com/watch?v=DdFswalN9ek

Trasferimento alla città di Man ai piedi di alcune montagne dalla vegetazione lussureggiante.

Pernottamento all’hotel Les Cascades o similare con sistemazione in camera con bagno privato.

9° giorno: I Ponti di liane e la foresta delle Scimmie Sacre di Gbepleu (B,L,D)

Prima colazione in hotel, escursione ad un ponte di liane, le foreste della Costa D’Avorio e della Liberia sono famose per questi ponti la cui origine è sconosciuta, sono costruiti da giovani iniziati, segretamente e nel corso di una sola notte! Attraversarli non presenta grandi difficoltà se si rispettano i tabù imposti dalla tradizione, a meno che non si trasportino pesanti bagagli sulla testa e un bebé legato alla schiena, come fanno le ragazze del posto. Nel pomeriggio breve escursione nella foresta delle scimmie sacre di Gbepleu, depositarie del significato del nome di Man. In Costa d’Avorio dietro  ogni città, quartiere o villaggio si celano le foreste sacre. Luogo di passaggio tra il mondo umano ed un altrove magico, sono i luoghi in cui i giovani vengono iniziati ai segreti sociali e spirituali dagli anziani anche attraverso l’uso di maschere, conservate segretamente ai piedi degli altissimi alberi. In un piccolo villaggio a pochi chilometri di distanza, le maschere usciranno proprio dalla foresta. Nella cosmogonia del popolo Guéré  esiste un Dio creatore che comunica con gli esseri umani esclusivamente attraverso dei mediatori, le maschere appunto.  Durante la danza la distanza tra il mondo degli uomini ed il mondo degli spiriti viene azzerata. Si ristabilisce l’ordine cosmico e si compie un atto di riconoscenza agli Dei ed agli antenati.

Pernottamento all’hotel Les Cascades o similare con sistemazione in camera con bagno privato.

10° giorno : la Basilica di Yamoussoukro (B,L,D)

Prima colazione in hotel, attraversando immense piantagioni di alberi da gomma, caffè e cacao, si giungerà nel pomeriggio alla cittadina di Yamoussoukro, dove nacque Houphouet-Boigny, primo presidente della Costa d’Avorio indipendente e dove fece costruire la Basilica della Madonna della Pace copia della basilica di San Pietro a Roma con tanto di marmi ed elaborate vetrate.

Pernottamento all’hotel Le President o similare con sistemazione in camera con bagno privato.

11° giorno: Gran Bassam, Abidjian, volo per l’Italia (B,L)

Prima colazione in hotel, proseguimento verso la costa che si affaccia sull’Oceano Atlantico e visita della città di Grand Bassam edificata su una linea di sabbia fra lagune ed oceano ha conservato gli edifici coloniali di quando era la ricca capitale di questa colonia. Durante questi anni, vista la prossimità con la capitale, si e’ trasformata in luogo di villeggiatura marittima degli abidjanesi.

La città offre un’atmosfera particolare, grazie ai grandi e calmi viali ombreggiati da alti alberi, enormi bouganvillea e begli edifici coloniali. Il vecchio edificio delle Poste è un gioiello dell’architettura francese coloniale. Il Museo del Costume nell’ex Palazzo del Governatore è un bell’edificio con la sua grande scala esterna. La collezione unica di costumi tribali, maschere, ornamenti e fotografie d’epoca, ci regalerà uno sguardo interessante sulla storia e la cultura del Paese.   Proseguimento per Abidjan, camera day use per cambiarsi e rinfrrescarsi, in serata volo per l’Italia.

12° giorno: arrivo in Italia

 

Quote individuali di partecipazione in camera doppia/twin

  • base 2/5 pax   € 2.990

  • base 6/16 pax € 2.3700

Supplemento camera singola: 495 €

 Comprende: volo interno Abidjan – Bouake; tour di gruppo (2/16 persone) di 10 giorni e 10 notti in minibus e auto 4x4 con guida locale parlante italiano; 10 pernottamenti in hotel con trattamento di pensione completa (pranzi: pic nic e in ristoranti a menù turistico, cena: nei ristoranti degli hotel, menù turistici); escursioni e visite come da programma di viaggio; camera day use l’11 ° giorno.

 Sono esclusi: voli internazionali di linea (tariffe a partire da 520 € tasse aeroportuali incluse); le cene del 1° e del 11° giorno; tutte le bevande; le spese di visto di ingresso in Costa d’Avorio da fare prima della partenza online http://snedai.com/e-visa ; la quota di iscrizione al viaggio e l’assicurazione medico/bagaglio (60 €); l’assicurazione opzionale annullamento del viaggio polizza Standard o All Risk (3% o 5% dell’importo assicurato); le spese personali, le mance.

 Note

vaccinazioni: obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla; consigliata vivamente la profilassi antimalarica

visto: da ottenere prima della partenza on line. 

bagaglio: massimo 20 kg in sacche morbide, non rigide


Vuoi partire? Hai bisogno di informazioni?